Due domande agli esperti: per quanto tempo qualcuno può aggirare un forte rumore prima che diventi pericoloso?

“Il grado di rischio uditivo è legato ad entrambi: il livello del rumore e la durata dell’esposizione. È meglio proteggersi dai rumori forti non appena ne viene esposto uno. Prima di entrare in un’area rumorosa è necessario indossare protezioni per le orecchie, come i tappi per le orecchie ben montati.

Mi piace ascoltare musica ad alto volume attraverso l’auricolare / le cuffie. Danneggerà la mia capacità uditiva?

“ Il rischio di perdita dell’udito aumenta quando il suono viene riprodotto ad alta intensità (volume) e per lunghe durate. È stato dimostrato che l’ascolto attraverso gli auricolari al 95% del volume massimo del suono per 5 minuti (con la maggior parte dei dispositivi) causa danni all’udito. Per proteggere l’udito, il volume dovrebbe essere ridotto al minimo e le pause dovrebbero essere prese durante l’ascolto attraverso l’orecchio / cuffie”. I ragazzi sono troppo impegnati ad ascoltare musica a tutto volume, quindi spetta ai genitori riuscire a farti sentire, ma forte e chiaro.

E’ assodato ma non certo salutare che in quest’epoca i nostri giovani trascorrano sempre più tempo ad ascoltare musica ad alto volume. Cosa deve fare un genitore quando si accorge che il problema diventa serio.

Il grado di rischio uditivo, secondo gli esperti, è legato al livello di rumore e alla durata all’esposizione. Si dice che una persona che non è in grado di ascoltare e che abbia una normale soglia uditiva di 25 decibel o superiore in entrambe le orecchie abbia una perdita dell’udito.

Questa perdita può essere lieve, moderata, grave o profonda, può colpire uno o entrambe le orecchie e porta a difficoltà nell’ascoltare discorsi vocali o suoni forti. Per gli esperti è meglio proteggersi dai rumori forti non appena ne viene esposto anche solo un orecchio. Prima di entrare in un’area rumorosa, per esempio, è necessario indossare delle specifiche protezioni, come i tappi per le orecchie ben montate. E’ poi importante, portare il proprio figlio il prima possibile dall’otorino, se lamenta dolore all’orecchio, perdita dell’udito, sviluppo del linguaggio improprio e se non capisce cosa dici correttamente.

EMERGENZA SANITARIA

 

Tags: , , , , , ,
Giovanni Abruzzo
Giovanni Abruzzo, giornalista professionista, ha maturato un’esperienza ventennale in vari ambiti editoriali collaborando con testate scientifiche, di informazione e di cronaca. Da ‘Soprattutto’ a “Il Domenicale”, da Il Foglio di Giuliano Ferrara ai periodi Milanese del Gruppo E. Caltagirone, da condirettore del periodico Il Nord Milano a giornalista de “L’Eco di Milano”. La sua lunga esperienza in redazione lo ha visto impegnato sui diversi fronti specialistici dell’informazione, ma con una passione particolare per le notizie di salute e sanità. A completare il suo ricco quadro professionale e culturale vi è anche il delicato lavoro di revisione dei testi di numerosi libri editi da importanti editori italiani.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi