Anche da morti… si potrà essere utili!

Anche da morti… si potrà essere utili!

Sanitadomani.com ROMA. Imparare l’anatomia per uno studente di medicina o chirurgia non potendo farlo in modo concreto è certo un bel problema.
D’ora in avanti, invece, grazie all’attuale parlamento che ha accolto norme proposte dell’onorevole monzese Andrea Mandelli, le facoltà di medicina e i centri di ricerca potranno avvalersi di cadaveri umani. Ciascuno di noi, preventivamente, potrà infatti autorizzare la donazione, post mortem, del proprio corpo a scopi scientifici.
In altre parole, chi lo vorrà, potrà decidere di rivelarsi utile agli altri anche a fine vita.
Ne abbiamo parlato proprio con l’on. Andrea Mandelli, il quale spiega che “Con il voto definitivo in Commissione Affari sociali della Camera, sono diventate legge dello Stato le norme volte a disciplinare l’utilizzo del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio e di ricerca scientifica”.
On Mandelli, ma parliamo di un provvedimento recente?
“No. Si tratta di norme che si era cercato, senza successo, di far approvare anche nelle scorse legislature”.
“Il testo, approvato definitivamente, ricalca sostanzialmente la mia proposta di legge – sottolinea Mandelli – che avevo presentato fin dall’inizio della legislatura e che avevo già proposto nella precedente. Siamo di fronte a una legge volta a sanare un vulnus legislativo, consentendo finalmente lo sviluppo della ricerca e dello studio in ambito sanitario.
Finora, invece, questo utilizzo era limitato a casi specifici”.
“La normativa ora consentirà, invece, di compiere ulteriori passi avanti riguardo la ricerca, laddove agli studenti di medicina fino ad oggi mancava un’effettiva possibilità di approfondire le proprie conoscenze anatomiche.
Da oggi ogni cittadino potrà, se crede, donare un giorno – conclude Andrea Mandelli – il proprio corpo post mortem affinché possa essere utilizzato per fini di alto valore etico e umano, quali appunto lo studio e la ricerca scientifica”.

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi