Casa di riposo abusiva in Lombardia

Sanitadomani.com Avviare e gestire una casa di riposo, per coloro che sono del settore, può rappresentare un vero affare per il presente e per il futuro.
Ma è sicuramente una fonte di inesauribile di guai se si pensa di poter aprire un’attività del genere senza avere tutte le autorizzazioni sanitarie di legge a garanzia del servizio offerto.
Il NAS di Cremona ha avviato un’indagine a seguito del decesso di un anziano ospite di una casa di riposo in Provincia di Mantova.
I militari del Nucleo investigativo a Tutela della Salute hanno scoperto che l’anziano, con grave quadro clinico, aveva soggiornato presso quella struttura residenziale priva di autorizzazione regionale, dei requisiti strutturali e della necessaria assistenza professionale per ospitare pazienti affetti da patologie.
Undici persone, tra responsabili e personale di assistenza, sono state dunque deferite all’A.G..
Dovranno rispondere di esercizio abusivo della professione sanitaria di infermiere, abbandono di persone e apertura abusiva di una struttura sanitaria.
L’Autorità Sanitaria ha disposto la chiusura immediata dell’attività e l’affidamento di tutti gli anziani presenti ai propri familiari.

Tags: , , , ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi