Genitori attenti, i ragazzi minacciati da Blu whale

A cura di Elisa Bortolini

Sanitadomani.com Milano. Fenomeno web diffuso tra i giovanissimi, con 50 prove estreme prima di morire.
E’ questo il blue whale, sorta di macabro gioco nato in Russia e sembra responsabile di oltre 100 suicidi fra gli adolescenti.
Per fare chiarezza sulla portata del fenomeno e dare strumenti di prevenzione alle figure che si occupano di adolescenza, è stato organizzato il convegno “Blue Whale e tutela del minore”, mercoledì 25 settembre (ore 9.30) a Palazzo Pirelli.
A denunciare la nascita del fenomeno anche in Italia era stata un’inchiesta giornalistica condotta dal programma le Iene di Mediaset.
Adesso gli esperti affronteranno come il pericoloso ‘gioco’ possa influire od essere recepito o accolto  positivamente da ragazzi con represse e non manifeste problematiche psicologiche.
L’evento di mercoledì è organizzato dal Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza in collaborazione  con l’Osservatorio Violenza e Suicidio.
Un confronto multidisciplinare, tecnico e culturale, con magistrati, avvocati, psicologi e criminologi.
Tra i numerosi relatori, il Presidente dell’Osservatorio Violenza e Suicidio Stefano Callipo, la Garante regionale per la tutela delle vittime di reato Elisabetta Aldrovandi, la giornalista di Rai2,Valentina Noseda, il Presidente dell’ Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani Gian Ettore Gassani.

Tags: , , , ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi