Giulio Gallera è con Berlusconi: ‘il centrodestra resti unito’

A cura della Redazione di Milano

Sanitadomani.com MILANO. Erano solo notizie figlie dell’eccessiva temperatura di agosto quelle che davano Giulio Gallera in viaggio verso una nuova coalizione politica di Centrodestra voluta da Toti.
Anche se l’Assessore Regionale di Forza Italia non si era mai pronunciato in merito, adesso si è visto costretto a confermare ciò che era evidente e che non aveva messo in discussione: continuerò a lavorare con il mio partito, Forza Italia.
Poco fa il suo portavoce Carlo Cassani ha diffuso la nota stampa: poco politichese, molta chiarezza e la tipica schiettezza che caratterizza l’Assessore.
Ecco qui di seguito la sua dichiarazione diffusa a noi giornalisti.
“Nulla è più come prima. Nel corso dell’estate il quadro politico nazionale è stato scosso da uno tsunami: un netto cambio di assetto nella compagine governativa a cui si accompagnano forti cambiamenti nella composizione degli schieramenti.  A fine giugno abbiamo organizzato l’iniziativa “IL FUTURO PER FORZA” con il dichiarato obiettivo di rilanciare l’azione politica, moderata e liberale, di Forza Italia all’interno della compagine di centrodestra, a fronte di un significativo e costante calo dei consensi confermato malauguratamente dall’esito delle elezioni europee.
Abbiamo proposto il potenziamento del partito attraverso la definizione di una classe dirigente scelta dalla base e dai territori.
Dopo una prima, lungimirante apertura al rinnovamento di Forza Italia messa in campo dal Presidente Berlusconi, a fine luglio il processo ha perso slancio.
Tutte le riflessioni rispetto alla modalità con cui ottenere la rigenerazione di Forza Italia devono però oggi fare i conti con la novità politica messa in campo nelle scorse settimane da Matteo Renzi.
L’Ex premier ha lanciato “Italia Viva”, un nuovo soggetto politico finalizzato a radunare l’area moderata del centro sinistra che però sta dimostrando un notevole appeal anche al di fuori del perimetro della coalizione di appartenenza, cioè presso molti italiani che nel passato avevano dato fiducia a Forza Italia.
Per questo motivo, oggi, qualunque frammentazione dell’area moderata di centrodestra non farebbe altro che indebolire la forza dei valori e delle proposte liberali e riformiste.
Senza abbandonare lo slancio verso il rinnovamento e ribadendo la necessità’ che vengano eletti dal basso i dirigenti del partito, ritengo che Forza Italia sia ancora il luogo migliore e più autorevole per aggregare tutte le forze politiche e sociali che si sono sempre riconosciute nell’area moderata del Centrodestra, che in passato è stata il vero motore propulsivo della crescita e dello sviluppo di Milano, della Lombardia e dell’intero Paese. 
Per dare un concreto e fattivo contributo all’aggregazione di tutte le forze politiche, civiche e sociali che si riconoscono nei valori liberali all’interno del perimetro del centrodestra, insieme ad alcuni amici che siedono in Parlamento, in Consiglio Regionale, nei Comuni, daremo vita nelle prossime settimane all’associazione “IL FUTURO PER FORZA” che avra’ il compito e l’obiettivo di costruire occasioni di incontro e confronto di tutte le energie moderate e positive partendo dai temi e dai contenuti più rappresentativi quali la taglio delle tasse, la riduzione della burocrazia, l’ampliamento degli spazi di libertà per cittadini ed imprese, una politica economica che coniughi sviluppo e tutela dell’ambiente”.
Tags: , , , , ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi