I NAS scoprono uova marce destinate all’alimentazione

I NAS scoprono uova marce destinate all’alimentazione

SANITADOMANI.COM – RAVENNA. Ben 64 quintali di uova invase da larve di mosce e di muffa stavano per essere vendute ad aziende che producono prodotti alimentari. Per fortuna sono arrivati in tempo i Carabinieri dei NAS (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) che hanno sequestrato tutto.
Il N.A.S. di Bologna hanno scoperto le migliaia di confezioni di uova marce in uno stabilimento della provincia di Ravenna.
Nel corso dell’accertamento i militari, oltre ad aver denunciato all’autorità giudiziaria (in stato di libertà) il responsabile dello stabilimento, lo hanno anche sanzionato di 3000 euro per omesse procedure di controllo basate sui principi dell’H.A.C.C.P. e violazione delle azioni di igienizzazione per la sicurezza degli alimenti.
Il valore delle uova sequestrate ammonta a circa 20mila euro.
C’è da augurarsi che presto la nostra classe politica riveda le pene previste per questo genere di reati contro la salute pubblica.
Sarebbe urgente e necessario l’inasprimento delle pene in modo tale da scoraggiare qualsiasi azione delinquenziale a danno della salute dei cittadini che, fiduciosi e ignari, spesso accusano malesseri fisici temporanei, se non gravi, senza capirne le vere cause che, appunto, potrebbero essere originate da criminali imprenditori senza scrupoli.

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi