Integratori, norme sotto esame

Sanitadomani.com  Gli integratori alimentari è come se avessero sostituito le caramelle o le gomme da masticare che per tanto tempo, e per molte persone, erano divenute inseparabili compagne.
L’abitudine di masticare sempre qualcosa, magari  in alternativa al fumo, ha cominciato a venir meno mano mano che si prendeva consapevolezza che, molto spesso, quelle dolci e innocue caramelle non erano altro che piccole, ma costanti, ‘alimenti’ complici di disordini intestinali o del sovrappeso.
Per non parlare degli zuccheri o dei conservati che possono addirittura interagire con il nostro metabolismo, ecc.
Abbiamo preso come esempio le insostituibili chewing gum e caramelline per evidenziare come spesso le stesse si evitino per paura di ingrassare e di altre ragioni di salute, ma in pochi si rendono conto del grave pericolo che per l’organismo , invece, rappresentano gli integratori alimentari assunti senza preventivo parere medico oppure di un vero dietologo o nutrizionista.

Per comprendere meglio come poter disciplinare in futuro questi prodotti, il Ministero della Salute ha programmato un convegno-confronto tra le autorità sanitarie e giuridiche del settore.
A Roma, il 16 luglio prossimo, all’Auditorium, Ministero della Salute, via Ribotta, 5, dalle 9 in poi si comincerà a discutere di questo: “Gli Integratori alimentari nell’attuale quadro normativo”.
In base all’attuale normativa gli integratori, nel contesto della legislazione alimentare, infatti si configurano come “fonti concentrate” di nutrienti o altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico.
Il loro ruolo è quello di favorire la normalità delle funzioni dell’organismo o ridurre fattori di rischio di malattia, senza alcuna finalità di tipo terapeutico che è una prerogativa esclusiva dei medicinali.
Il convegno, organizzato dalla Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione, è articolato in due sessioni principali.

Con gli interventi in programma ci si prefigge di delineare in modo chiaro la gamma dei costituenti ammessi all’uso negli integratori alimentari, il significato del ruolo “fisiologico” di tali prodotti e le garanzie che devono offrire in termini di qualità, sicurezza ed efficacia nel rispetto di tutte le disposizioni applicabili della legislazione alimentare.
Interverranno esperti scientifici, rappresentanti del ministero della Salute, dell’Istituto superiore di sanità e dei medici di medicina generale.
Il programma prevede i saluti e l’apertura del convegno da parte del dott. Giuseppe Ruocco,  Segretario generale del Ministero della salute, di Carlo Gaudio, Presidente Sezione dietetica e nutrizione del Comitato tecnico per la nutrizione e la sanità animale Università La Sapienza e di Gaetana Ferri, Direttore generale igiene e sicurezza degli alimenti e nutrizione.
Il primo relatore sarà Bruno Scarpa, del Ministero della Salute, al quale poi seguiranno gli interventi dei più qualificati esperti della materia. 

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi