La chirurgia dà nuove speranze ai pazienti di Fibrosi cistica: trapianto fegato-polmone

La chirurgia dà nuove speranze ai pazienti di Fibrosi cistica: trapianto fegato-polmone

Sanitadomani.com – Si aprono nuove speranze per le migliaia di pazienti affetti da Fibrosi cistica.  Speranze concrete dopo l’incredibile intervento, primo in Italia, portato avanti con successo dalla  Pediatria dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo:  il primo trapianto fegato-polmoni in Italia su un paziente in età pediatrica.
A ricevere gli organi una ragazza di 16 anni affetta da fibrosi cistica, malattia genetica che altera le secrezioni di molti organi, fino a provocare sanguinamento nelle vie respiratorie e una grave malattia epatica.
“In circa il 10% dei pazienti con fibrosi cistica la malattia polmonare, sempre presente in questa condizione, si associa anche ad un coinvolgimento del fegato che porta allo sviluppo di cirrosi completa – ha spiegato Lorenzo D’Antiga, direttore della Pediatria del Papa Giovanni XXIII -.
In questo caso, le alterazioni legate all’infiammazione cronica provocavano ricorrenti emorragie bronchiali poco controllabili con la terapia medica e pericolose per la vita della paziente”.
L’operazione è avvenuta alla vigilia di Capodanno, e le condizioni della giovane sono attualmente giudicate molto buone dall’équipe del Papa Giovanni, anche se l’attende un percorso di riabilitazione.
Il trapianto ha occupato l’équipe del Papa Giovanni per un totale di 11 ore di lavoro.
In sala come primo operatore Michele Colledan, affiancato dalla chirurga Giulia Carrara, gli anestesisti Pietro Brambillasca – che, con i perfusionisti Davide Ghitti, Gabriele Micci e Silvia Viscardi, si è occupato anche della perfusione dei polmoni -, Consuelo Mario e Magda Khotcholava e gli infermieri  Moira Cuni, Andrea Battaglia, Nadia Magri, Stefania Cornelli, Denise Magri, Cristiana De Pirro, Letizia Viviani e Paola Maj e l’OSS Nicolina Sorrentino.

 

 

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi