La schiena soffre più il cellulare che lo zaino

La schiena soffre più il cellulare che lo zaino

Sanitadomai.com Lo zaino causa molti meno danni alla schiena di quanti ne causi il cellulare!

Sanitadomani.com – Milano. Non solo lo zaino pensante, ma la sedentarietà e l’uso prolungato di smartphone e tablet.
Ecco chi sono i veri colpevoli dei dolori alla schiena accusati dai più giovani.
Certo lo zaino scolastico non è ‘amico’ della colonna vertebrale in crescita di bambini e adolescenti, ma ci sono alti elementi da tenere sotto controllo quando i bambini lamentano dolori alla schiena.
“Spesso il dolore è sintomo semplicemente di vizi di portamento – dice il dottor Bernardo Missaggi, direttore di Ortopedia Traumatologia per le patologie della colonna vertebrale al Gaetano Pini-Cto – contraddistinti da atteggiamenti posturali errati che incurvano la colonna vertebrale, ma che sono facilmente e totalmente correggibili – nessun collegamento con la scoliosi, che è una patologia asintomatica e frequentemente ereditaria.
Diverso il discorso per quanto riguarda la cifosi e ipercifosi, causate da atteggiamenti che possono essere corretti.
Oltre a controllare che il bambino assuma sempre una postura corretta e che limiti il tempo passato sullo smartpone a favore dell’attività fisica, è consigliata a una visita specialistica tra la quinta elementare e la prima media.
Soprattutto in presenza di sintomi quali inarcare le spalle o oscillare in avanti, inclinare i piedi eccessivamente verso l’interno o l’esterno, schioccare la mandibola nell’aprire e nel chiudere la bocca, avere le vertigini e disturbi all’udito.
“La sedentarietà è il nemico numero uno della colonna vertebrale – dice il dottor Lorenzo Panella, direttore del Dipartimento di riabilitazione dell’Ospedale milanese – soprattutto in uno scheletro che si sta formando.
Va ricordato, inoltre, che la pubertà è il periodo a maggior rischio dove l’attività osteogenetica è sottoposta a stimolazioni importanti”.

CATEGORIES
TAGS
Share This
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi