Lo zaino non è causa di scoliosi

Sanitadomani.com Busto Arsizio – Con l’inizio del nuovo anno scolastico, si vedono di frequente bambini e adolescenti con la schiena curva, piegata sotto il peso del loro stesso zaino. Sentiamo cosa dice in proposito il dottor Marco Cazzola, responsabile della Struttura Complessa di Recupero e Rieducazione Funzionale di Busto Arsizio e Saronno: “Innanzitutto è bene precisare una volta per tutte che l’uso di zaini troppo pesanti non provoca la scoliosi, patologia particolarmente temuta dai genitori.
Questa infatti è provocata più da  fattori genetici che non da cause esterne. Ma trasportare zaini di peso superiore al 10-15% del proprio peso corporeo può indurre dolore, nello studente, in sede dorso-lombare, oppure al collo e alle spalle.
Ciò può causare una predisposizione a soffrirne anche in età adulta”.
Il Ministero della Salute ha stabilito un limite massimo (proprio tra il 10-15% del peso corporeo dello studente) che non dovrebbe mai essere superato.
Significa che se un ragazzo pesa 50 Kg, non dovrebbe mai trasportare sulla schiena pesi superiori ai 5 Kg.
Il peso si può ridurre grazie al formato digitale dei libri, in sostituzione della versione cartacea, e al tablet.
“Un’altra valida alternativa allo zaino da schiena è il trolley”, continua il dottor Cazzola, “una soluzione ottima ma spesso sgradita ai ragazzi per ragioni di conformismo, per non sentirsi ‘diversi’ dal gruppo di appartenenza”. Infine l’attività fisica favorisce senza dubbio un buon trofismo muscolare”.
L’osservazione di queste semplici regole potrà evitare agli adolescenti di affrontare la vita scolastica senza malanni fisici legati all’eccessivo peso dei libri.

Sito web: http://www.asst-valleolona.it/si-torna-a-scuola-attenzione-agli-zaini-troppo-pesanti

 

 

 

Tags: ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi