Monzino, individuare pazienti a rischio di infarto

Monzino, individuare pazienti a rischio di infarto

Sanitadomani.com – MILANO. Una ricerca capace di prevedere in anticipo e in assenza di sintomi se una persona svilupperò un infarto o una patologia cardiopatica coronarica. E’ lo studio portato avanti dal Centro Cardiologico Monzino in partnership con l’Istituto Clinico Humanitas, l’IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare), l’Università di Pavia e il Policlinico San Matteo di Pavia, che ha ricevuto un contributo di 4.7 milioni di euro dalla Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica.

Lo studio, chiamato INTESTRAT-CAD”, analizza la situazione di pazienti senza precedenti di infarto o di rivascolarizzazioni coronariche, ma nei quali la Tac abbia evidenziato una fase iniziale di malattia aterosclerotica coronarica; con un semplice esame del sangue sarà possibile individuare l’eventuale presenza di biomarcartori che evidenzieranno i pazienti a rischio.
Molti studi dimostrano che statisticamente un paziente su 5 in cui la TAC evidenzi la presenza di placche aterosclerotiche a uno stadio precoce di sviluppo, nel medio periodo va incontro a un evento cardiologico grave. Il nuovo studio INTESTRAT-CAD ha l’obiettivo di fornire gli strumenti per individuare i soggetti a rischio. Conoscendo il rischio effettivo individuale, sarò possibile realizzare programmi di prevenzione mirati.
“Nell’era della Medicina di Precisione – spiega Elena Tremoli, Direttore Scientifico del Centro Cardiologico Monzino – deve cambiare il paradigma della cura e della prevenzione: i trattamenti per tutti dovranno progressivamente sparire, per lasciare spazio e interventi specifici per chi ne ha davvero bisogno. La Regione ha apprezzato questo approccio innovativo, tant’è che il nostro progetto si è classificato per primo nel quadro del bando biennale per le scienze omiche applicate a malattie complesse».
“Possiamo allargare i nostri orizzonti e le nostre ambizioni – dichiara Gualtiero Colombo, Responsabile dell’Unità di Genomica Funzionale e Immunologia del Monzino – e trovare un maggior numero di questi parametri, per definire la predisposizione all’infarto a livello di singolo soggetto. Il reclutamento dei pazienti, con lo studio con TAC Coronarica e con altri esami molecolari, continuerà qui al Monzino».

CATEGORIES
TAGS
Share This
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...
Powered by

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi