Scuole chiuse; organizzare il tempo coi bambini

Scuole chiuse; organizzare il tempo coi bambini

sanitadomani.com – MILANO: Per attuare il contenimento del contagio da Coronavirus, alcune Regioni, tra cui la Lombardia, hanno chiuso le scuole per tutta la settimana. In attesa che la situazioni torni alla normalità, bambini e ragazzi si trovano a dover gestire una gran quantità di tempo libero.

Libero nel senso più ampio del termine. Quasi vuoto. Sono stati infatti sospesi allenamenti, corsi, attività organizzate, persino quelle religiose. Una vacanza imprevista, che sicuramente avrà reso felici molti studenti, ma che ora va gestita anche con l’aiuto degli adulti. Una ricerca firmata Save the Children di qualche anno fa mette in luce che il 60% dei bambini italiani passa il proprio tempo libero al chiuso, spesso davanti a schermi di televisori o smartphone.

Un bimbo di circa un anno seduto di fronte a un televisore acceso, che trasmette l'immagine di un bimbo coetaneo. Il bimbo è di spalle, indossa una tutina a righe nere e grigie e ha in mano il telecomando

Insomma, cosa fare di tutto questo tempo? Cercare di trasformarlo in opportunità, con organizzazione e nuovi spunti.

La prima mossa, è invitare i bambini a uscire all’aperto. Ad eccezione delle zone rosse, non c’è alcun divieto di girare per parchi e giardini, a piedi o in bicicletta. Se il clima lo permette, organizzare un semplicissimo pic nic è un modo per passare un paio d’ore nel verde, mettendo da parte video e social.

In casa è spesso più difficile organizzare attività, anche se è raro che manchino giocattoli. Un buon espediente è partire con i giochi in scatola con coinvolgano la famiglia, così da vincere le iniziali resistenze.

Per quanto riguarda televisione e internet, che certo non possono essere eliminati, concordare con i ragazzi gli orari d’utilizzo riduce le tensioni e le discussioni. Provare a pianificare le giornate aiuta a dare un orientamento alla giornata, riducendo i momenti di noia che spingono con facilità, sia adulti che bambini, a sedersi di fronte a uno schermo.

Infine, da non dimenticare che impegni e doveri restano validi per tutti. Bambini e ragazzi dovrebbero avere delle mansioni da svolgere, che vanno oltre i compiti scolastici, dal riordinare la stanza ad aiutare col bucato. Queste giornate potrebbero essere l’occasioni per imparare a cucinare qualche semplice pietanza o sistemare quell’armadio che aspetta da tempo. Insegnare ai bambini a usare il proprio tempo in modo produttivo permette loro di portare a termine gli impegni e di godere meglio del gioco libero.

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi