Sigaretta elettronica, no dall’OMS

A cura di Elisa Bortolini

Sanitadomani.com ROMA- OMS/Attenzione alle sigarette elettroniche: il loro impatto a lungo termine sulla salute è ancora sconosciuto.
A lanciare l’allarme è l’Oms, che sottolinea come non siamo prive  di rischi e soprattutto come ancora non si conosca il loro sulla mortalità.
Inoltre, ad oggi non ci sono prove sufficienti per sostenere che il lloro uso aiuti a smettere di usare il tabacco convenzionale; anzi, secondo il Rapporto 2019 Oms, potrebbero rappresentare un rischio per i non fumatori, che si avvicinano a uno strumento commercializzato come “prodotto a rischio ridotto” come meno pericoloso.
Nella lotta al tabacco, l’Oms ha  sollecitato un aumento dei servizi per chi intende smettere di fumare, osservando che ha la possibilità di accedervi solo il 30% della popolazione mondiale.
Senza aiuto, solo il 4% dei tentativi di smettere di fumare va a buon fine.
Nel mondo ogni anno sono otto milioni le persone che muoiono a causa del fumo, compreso quello passivo.
I fumatori nel mondo sono un miliardo e 400 milioni, per lo più uomini.

 

Tags: , , ,
a cura della redazione
sanitadomani.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi