Sport e doping, scattano le manette in tutta Europa

Sport e doping, scattano le manette in tutta Europa

NAS dei Carabinieri e le forze di polizia di altre Nazioni europee, sono stati protagonisti di un blitz senza precedenti per durata e raggio d'azione e che ha letteralmente coinvolto mezzo mondo

Sanitadomani.comBLITZ EUROPEO ANTIDOPING/ I NAS dei Carabinieri e le forze di polizia di altre Nazioni europee, sono stati protagonisti di un blitz senza precedenti per durata e raggio d’azione e che ha letteralmente coinvolto mezzo mondo.
L’operazione dei Carabinieri e dell’Europol è stata finalizzata al contrasto a livello globale dei traffici illegali di sostanze dopanti ed al loro uso nelle competizioni sportive.
Pensata e studiata in ogni minimo dettaglio nell’ottobre del 2018 si è conclusa proprio in questi giorni con un bilancio assolutamente positivo.
Romania e Italia:
13 arrestati
E’ stata infatti smantellata un’organizzazione dedita al traffico internazionale di sostanze dopanti, operante in Italia ed in Romania, assicurando alla giustizia 13 persone e sequestrando ingenti quantitativi di sostanze dopanti e farmaci contraffatti, per un valore complessivo di circa un milione di euro.
Ma questo è stato solo un primo risultato significativo sul piano delle indagini, mentre sul versante controlli a tappeto, sia in Italia e sia in Europa, i NAS sono riusciti ad individuare e sequestrare (nella provincia di Salerno) anche un laboratorio clandestino per la produzione di sostanze stupefacenti e dopanti.
Infine, le attività antidoping nei confronti di atleti professionisti, effettuate “in e out-competition” hanno consentito di sottoporre a controllo oltre 600 atleti, dei quali 19 sono risultati positivi.
Le polizie colpiscono
il cuore dei clan
Complessivamente, a livello europeo, l’Operazione “VIRIBUS” ha permesso di scardinare la rete di 17 gruppi criminali dediti al traffico internazionale di sostanze dopanti, individuare e sequestrare 9 laboratori clandestini per la produzione di sostanze illecite e farmaci contraffatti, avviare in tutta Europa circa mille indagini a carico di altrettante persone coinvolte, arrestare 234 persone e sottoporre a sequestro oltre 3,8 milioni di sostanze dopanti.
All’operazione, la più vasta di sempre nello specifico settore, hanno partecipato tutti i Paesi Membri dell’Unione Europea, nonchè INTERPOL, gli Stati Uniti d’America, la Svizzera, l’Albania, l’Ucraina, la Colombia, il Montenegro, la Moldavia, l’Islanda, la Bosnia, l’Erzegovina, l’Ucraina e il Nord Macedonia.
Inoltre hanno supportato le attività l’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) e l’Ufficio Europeo Antifrode (OLAF).
“VIRIBUS” ha consentito di applicare un modello organizzativo efficace di coordinamento e cooperazione tra le forze di polizia degli Stati coinvolti per contrastare efficacemente ed in sinergia i traffici illeciti di sostanze dopanti, anche “on line”, la produzione illegale di farmaci contraffatti ad effetto dopante, nonché l’uso di sostanze vietate nelle competizioni sportive.

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi