Via ai test sull’efficacia delle medicine

Via ai test sull’efficacia delle medicine

SANITADOMANI.COM – SANITÁ. L’efficacia di una cura farmacologia non consiste solo nella precisa indicazione da parte del medico, ma forse ancor di più dalla corretta aderenza ad essa da parte del paziente.
Per questo l’Asl Vercelli lancia come sperimentazione il Passaporto Farmacologico.
L’obiettivo è aumentare il valore della terapia, riducendo gli effetti avversi grazie alla precoce identificazione di un uso non corretto del farmaco, e valutando se la somministrazione avviene per un periodo troppo lungo o troppo breve, con conseguente ottimizzazione delle cure e dei costi.
Una non ottimale gestione della terapia farmacologica può comportare rischi per la salute del paziente, specie negli anziani che ogni giorno assumono numerosi farmaci: questo può provocare riduzione della aderenza alle terapie e un aumento degli effetti avversi.
I criteri utilizzati per prevenire le possibili interazioni farmacologiche sono ricavati dalla letteratura internazionale: Criteri STOPP (Screening Tool of Older Persons’ Prescriptions)  e  START (Screening Tool to Alert to Right Treatment).
Il Passaporto farmacologico inizierà ad essere adottato presso alcune U. O. pilota dell’ASL Vercelli, per essere poi implementato in maniera estesa.

CATEGORIES
TAGS
Open chat
Scrivi al Direttore,
- per segnalare che....
- per consultare uno specialista di...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi